Seconda prova GPG a Foggia: Tedeschi sul podio, Spadafora al quinto posto all’esordio

12 gennaio 2011 by  

Sabato 8 e Domenica 9 Gennaio si è svolta a Foggia la 2a prova interregionale del Gran Premio Giovanissimi, riservata agli atleti under 14 di Puglia, Calabria, Basilicata e Molise. Il Club Scherma Cosenza ha partecipato con cinque allievi: Caristi Filippo, Grandinetti Stefano, Spadafora Massimiliano, Spadafora Matteo e Tedeschi Maria Grazia.

Quest’ultima è stata la prima a scendere in pedana la mattina di sabato nella categoria Allieve di spada femminile. Dopo un girone mediocre Maria Grazia superava Luisa Di Ciaula per entrare nel tabellone a 8. Qui si scontrava con Federica Erriquez (Lame Azzurre Brindisi), testa di serie numero 2. Le due ragazze davano vita a un assalto emozionante che terminava alla scadenza del tempo nell’ultima manche, con Maria Grazia che vinceva essendo in vantaggio di un punto.

In semifinale la sua avversaria era l’amica Rosa Angiola della Scherma Santeramo che riusciva  a superarla con il punteggio di 15-13. La classifica finale vedeva quindi Tedeschi al terzo posto.

Poche ore più tardi erano Grandinetti Stefano e Spadafora Matteo a gareggiare nel fioretto Prime Lame. Terminato il girone con due vittorie a testa affrontavano rispettivamente Samuele Erriquez (Lame Azzurre Brindisi) e Francesca Castrucci (Dauno Foggia). Stefano era concentrato e riusciva a tenere testa al bravo mancino, ma sul punteggio di 6-5 per l’avversario accusava un dolore al costato che lo costringeva a ritirarsi. Nell’incontro di Matteo era l’arbitro a sbagliare sul 7-5 due stoccate clamorose che compromettevano l’assalto. Sul 7-7 Matteo, innervosito da quanto accaduto, accusava il punto finale mancando l’accesso nel tabellone degli otto che gli avrebbe assicurato una medaglia alla sua prima gara. Dopo aver analizzato l’operato dello stesso arbitro per tutto il weekend ci si chiede come sia stato possibile far dirigere una competizione a chi non conosce neanche le basi del regolamento schermistico. In tanti anni di scherma non si era mai sentito affermare che “la luce colorata ha ragione su quella bianca”, con tanti saluti alla convenzione.

Nella giornata di domenica era di nuovo Maria Grazia Tedeschi a misurarsi con le sue coetanee, ma questa volta nel fioretto femminile Allieve. Con un pizzico di fortuna che non guasta mai, in particolare quando non gareggi nella tua arma, riusciva ad arrivare fino ai quarti di finale superando Mariangela Mele del Club Scherma Bari. Qui affrontava nuovamente Federica Erriquez, battuta il giorno prima nella spada. Questa volta era però la brindisina a prevalere, con Maria Grazia che si piazzava al 6° posto.

Contemporaneamente faceva il suo esordio Filippo Caristi nella categoria Maschietti fioretto maschile. L’inesperienza del piccolo atleta la faceva da padrone e per lui arrivava solo un 14° posto che potrà sicuramente migliorare nelle prossime prove.

Ultimo a scendere in pedana, anche lui alla sua prima gara, era Massimiliano Spadafora tra i Giovanissimi di spada maschile. Dopo un buon girone che lo vedeva al 4° posto nella classifica parziale, si scontrava con Giulio Di Giorgio del Club Scherma Città Bianca Ostuni, allenato dall’amica e maestro Laura Lotti. L’incontro andava avanti con i due atleti sempre vicinissimi nel punteggio, ma era Di Giorgio a guadagnare l’accesso in semifinale battendo Massimiliano per 10 a 8. Nella classifica finale il cosentino arrivava 5°, conquistando una meritata medaglia messa in palio dal comitato organizzatore.

La prossima gara dei più piccoli sarà nuovamente a Foggia nel mese di Marzo, dove punteremo a migliorare i piazzamenti ottenuti nel weekend appena trascorso.

Lascia un commento o un parere

Stai pensando a qualcosa leggendo questo articolo? Scrivilo nel modulo in basso...
ti verra' assegnato automaticamente un simpatico avatar che accompagnera' il tuo messaggio!