Home > News Gare > Prova regionale di spada, da Platania si torna con i podi di De Filippis, Tedeschi e Zupi
Foto di gruppo Platania 2013

Prova regionale di spada, da Platania si torna con i podi di De Filippis, Tedeschi e Zupi

Eduardo De Filippis, Antonio Zupi e Maria Grazia Tedeschi sugli scudi nella 1ª Prova Regionale di Spada maschile e femminile, tenutasi a Platania il 6 Ottobre.

Non è arrivata la vittoria, ma i podi conquistati e la buona prova corale dei ragazzi fa ben sperare per il proseguo della stagione.

Nella gara maschile De Filippis è in giornata di grazia. Al comando già dopo i gironi, supera agevolmente anche gli ottavi di finale prima di battere a fatica Daniele Bilotta dell’Accademia di Scherma Calabrese. La semifinale vede un derby acceso tra lui e Zupi, dal quale esce vincitore con il punteggio di 15-12.

La sua favola si interrompe in finale, al cospetto di Luca Gervasi dell’Accademia di Scherma Calabrese. Costretto a inseguire sin dalle prime battute, seppur di pochi punti, cede per 15-13.

Sottotono la prova di Francesco Perri, vincitore di tutte le competizioni regionali della scorsa annata, sconfitto al primo turno di eliminazione diretta. La gara ha registrato l’esordio di Alessio Crescimbeni, Piero Nudo e Simone Senatore, tutti autori di una prestazione positiva che li porta a ben sperare per il futuro. Menzione anche per Vittorio Rinaldi, uscito ai gironi e classificatosi al 20° posto.

In campo femminile Tedeschi Maria Grazia non riesce a bissare il successo ottenuto, proprio a Platania, nel 2012. In finale perde per mano di Anna Sara Gervasi, sorella del già citato Luca. Insieme a lei c’era Rita Saitta, un’altra esordiente che non è riuscita a superare lo scoglio dei giorni di qualificazione.

Le classifiche finali sono disponibili sul sito della FIS Calabria: http://calabria.federscherma.it/news.asp?i=105688&s=108

Il prossimo appuntamento prevede una lunga trasferta a Salsomaggiore Terme dal 25 al 27 Ottobre, in pedana saranno impegnati gli atleti della categoria Giovani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *