A Caserta la 2ª Prova Nazionale GPG “Kinder +Sport” Trofeo Internazionale “Edoardo Mangiarotti”

Si è tenuta a Caserta la 2ª Prova Nazionale GPG “Kinder +Sport” di spada che quest’anno ha assegnato anche il Trofeo Internazionale “Edoardo Mangiarotti”.

L’istruttore Marco Perri commenta con soddisfazione i risultati dei suoi giovanissimi atleti: “Il duro lavoro fatto quest’anno in palestra dai nostri atleti under14 inizia a dare i suoi frutti anche in campo nazionale e i risultati di questa gara lo testimoniano”.

gara nazionale spada under14 caserta

Spada Maschile

Nella cat. Maschietti, i nostri Francesco Dodaro e Francesco Martire fanno un’ottima gara. Martire vince tre assalti del suo girone e si qualifica al 45° posto nella classifica provvisoria. Dodaro domina il suo girone vincendo tutti e sei gli assalti e subendo solo otto stoccate in totale, nella classifica provvisoria è al 1° posto e qualificato direttamente per merito ai trentaduesimi di finale!
Sfortunatamente Francesco Dodaro subisce la tensione della gara e perde il primo assalto ad eliminazione diretta per due sole stoccate scendendo così al 33° posto nella classifica definitiva. Un ottimo risultato macchiato da un pizzico di amarezza per le grandi aspettative prospettate nella prima fase della gara.
Francesco Martire dopo i gironi ha avuto un percorso più lungo da seguire, ma a differenza del compagno di club lo ha affrontato con maggiore grinta e determinazione. Supera infatti in agilità sia l’assalto per confermarsi nei primi 128 che quello per entrare nei 64 e continuerà la sua gara in scioltezza entrando persino fra i primi 32. Giunto così ai sedicesimi di finale, incontra Tommaso Morano della Cesare Pompilio Genova a cui dovrà arrendersi non senza combattere. Per il nostro Francesco uno splendido 29° posto nella classifica definitiva.

Paga l’emozione della gara Mattia Chiarella nella cat. Giovanissimi. Nel girone riesce a strappare una sola vittoria, qualificandosi così nella parte bassa del tabellone. Si ferma poi alla prima diretta ottenendo il 93° posto finale.

Nella cat. Ragazzi rientro col botto per Antonio Barilà che, dopo un lungo periodo di assenza dalle pedane, mette subito in chiaro che non è lì per caso e chiude il suo girone mancando il punteggio pieno per una sola stoccata. Qualificato al 25° posto della classifica provvisoria inizia gli assalti ad eliminazione diretta, ma la mancanza d’allenamento e la stanchezza si fanno sentire interrompendo lì la sua gara. Per lui 66° posto nella classifica definitiva, tutto sommato un buon risultato.

Bella gara anche nella cat. Allievi per Alfredo Miniaci e Gustavo Valente.
Miniaci fa un buon girone conquistando tre vittorie e l’accesso diretto nei 128, ma gestirà male il primo assalto ad eliminazione diretta fermandosi così all’83° posto della classifica definitiva. Un buon risultato, ma sicuramente migliorabile, il nostro Alfredo ha la tecnica per farlo.
Valente è inserito fra le teste di serie della gara e si conferma tale vincendo tutti gli assalti del suo girone, tranne uno perso per una sola stoccata. Con la sua scherma aggressiva prosegue la gara vincendo in scioltezza i primi assalti ad eliminazione diretta. Approda così ai sedicesimi di finale nei quali incontra Francesco Ferrauti del Club Scherma Roma, un altro dei favoriti in pedana. Dopo un assalto combattuto il romano avrà la meglio e proseguirà la sua gara fino a giungere sul podio, complimenti a lui. Per il nostro Gustavo un bellissimo 19° posto nella classifica definitiva.

Spada Femminile

Domenica è il turno delle spadiste, entrambe all’esordio in una gara nazionale.

La giornata inizia con la cat. Giovanissime e, fra queste, la nostra Sara Campolongo. Il girone non è agevole per lei e dobbiamo registrare una sola vittoria che le vale la qualificazione, ma dal lato più arduo del tabellone. La nostra Sara terminerà la sua gara alla prima diretta ottenendo l’85° posto finale.

Nella cat. Ragazze infine sale in pedana Flavia Gatto. A dispetto della poca esperienza e dell’emozione, Flavia affronta il suo girone con decisione e ottiene tre vittorie mancandone una quarta per una sola stoccata. Qualificata al 60° posto, il risultato sarebbe già buono, ma Gatto non si ferma lì e vince di misura anche il primo assalto ad eliminazione diretta. Il successivo assalto è contro Sara Saladdino dell’A.S. Methodos di Catania, una delle teste di serie della gara, contro cui ci sarà poco da fare. La nostra Flavia si ferma così al 52° posto, un ottimo risultato, brava!

Lascia un commento o un parere

Stai pensando a qualcosa leggendo questo articolo? Scrivilo nel modulo in basso...
ti verra' assegnato automaticamente un simpatico avatar che accompagnera' il tuo messaggio!